Club Alpino Italiano
Sezione di Conegliano

Social

Logo Fotografia

Gita di Fotografia

DOMENICA 21 GIUGNO 2020

Laghi della Val d'Inferno

Dolomiti di Fiemme

Partenzaore06:30
Dislivello salitam740
Dislivello discesam740
Tempo di percorrenzaore5
DifficoltàEE
EquipaggiamentoNormale da escursionismo
CartografiaTabacco 058
TrasportoMezzi propri
CapogitaSandro Peruzzetto
Aiuto capogitaPaolo Roman
Presentazione 16 giugno 2020 ore 21:00
Raggiunta la Valsugana si gira per Strigno e si prosegue per la Val Campelle fino al Rif. Carlettini (1.368 m) dove si parcheggia. Si prende il sentiero L31 intitolato ad Augusto e Dante dei Nomadi e subito si entra nel fitto bosco che si dirada solamente quando si arriva a Baita Cacciatori (1.763 m). Il tempo di una prima sosta per riprendere fiato, da lì si continua su sentiero aperto fino al lago Nassere (2.063 m). Visto il lago proseguiamo sul sentiero CAI n. 360 che ci porta a scavallare la forcella, per scendere al Baito Lastei dove ci fermeremo per il pranzo e per ammirare da la cima della Buse Todesche fino alla cima Orsera, poi a scendere ai laghetti della Val d’inferno (1.955 m). Dopo la sosta riprendiamo la discesa fino al ponte Caldenave (1.790 m). Qui La radura che si apre verso il colle sul quale sorge la Malga Caldenave è solcata dai magnifici meandri delle trasparenti acque del Rio Caldenave. L’escursione prosegue sul sentiero CAI n. 332 prima su sentiero sulla destra orografica del torrente Caldenave con le sue infinite cascatelle, poi dopo il ponte Campivelo (1.500 m) su carrareccia fino al Rif. Carlettini.
Versione stampabile