Club Alpino Italiano
Sezione di Conegliano

Social

Logo Escursionismo

Gita di Escursionismo

DOMENICA 23 APRILE 2017

Traversata Val Zemola - S. Osvaldo

Dolomiti Friulane

foto gita
Partenzaore07:00
Ritornoore17:00
Dislivello salitam500
Dislivello discesam800
Tempo di percorrenzaore5/6
DifficoltàE
EquipaggiamentoNormale da escursionismo
CartografiaTabacco 021
TrasportoMezzi propri
CapogitaMauro Girotto (ASE)
Aiuto capogitaCarlo Baldan (AAG)
Presentazione 18 aprile 2017 ore 21:00
Negli ultimi anni, grazie ai romanzi di Mauro Corona, la zona circostante Erto è diventata più frequentata e conosciuta. Nel romanzo "Cani, camosci, cuculi (e un corvo)", Mauro Corona racconta la leggenda della strega Galvana che abitava l'omonima casera, tutt'ora esistente. Vi proponiamo un'insolita traversata dalla Val Zemola al Passo di S. Osvaldo, toccando proprio Casera Galvana.

Dopo aver lasciato un'auto nel parcheggio vicino all'Agriturismo S. Osvaldo (805 m), torneremo ad Erto per imboccare la strada della Val Zemola. Lasceremo le auto nel parcheggio di Casera Mela (1.200 m). Scesi sul greto del Torrente Zemola, lasceremo sulla sinistra il sentiero per il Rif. Maniago e imboccheremo quello diretto a Casera Galvana (1.613 m). Dalla Casera, si abbandona il sentiero CAI per salire alla sovrastante Forcella Val de Forscia (1.661 m).

Dalla forcella, se le condizioni saranno favorevoli, potremmo salire al sovrastante Monte Porgeit (1.864 m), stupendo balcone panoramico sulla Val Zemola e sulla Val Vajont.

La discesa avverrà lungo il versante Sud, prima per sentiero poco battuto e, successivamente, per comoda mulattiera. Giunti ai ruderi di Casera Zanolina. Di qui, incroceremo il sentiero CAI 374/A, proveniente da Forcella Lodina, che ci porterà nei pressi dell'Agriturismo S. Osvaldo, a poche centinaia di metri dall'omonimo passo.

Nella foto, di Mauro Girotto, il Duranno e Casera Galvana.

Versione stampabile